informazioni acquisto
e-mail contatto
link e siti amici

MATERIALI INTEGRATIVI e COMPLEMENTARI
SCARICABILI

 

TORRE GENZIANA, 1933 m
La decima alba (parete nord-est e nord-ovest)

Emiliano Zorzi, Mauro Florit, Gianluca Barnabà, Umberto Iavazzo e membri del GAM Monfalcone, maggio-giugno 2020 (prima scalata 1/7/2020).

430 m; 6a+; 5 - 6 h; S1 (sufficiente una corda da 70 m e 12 rinvii); roccia ottima tranne sul tiro 13 (ripulito)

Affronta per 10 lunghezze la facciata nord-est, per placche e paretine salavate all'inizio e poi su bellissima roccia lavorata e ammanigliata nella parte centrale; passa poi sull'ombroso ed esposto lato nord-ovest per superare alla fine il nero pilastro dello spigolo nord.
La scalata si svolge sempre divertente e molto ben assicurata; pur non presentando alte difficoltà tecniche, considerando lo sviluppo e la lunga discesa a doppie è un percorso da intraprendere con la dovuta preparazione, specialmente oltre il tiro 10, dove il terreno si fa a tratti più “alpinistico”.
Via soggetta al bagnato dopo piogge.

Accesso: dal parcheggio di Malga Saisera si segue il sentiero per il Bivacco Mazzeni (segn. 616) che percorre l'intero ghiaione di fondo valle ed inizia a salire dolcemente nel bosco fino al bivio con il Sent. Chersi (segn. 611; 30 min.). Si imbocca a destra tale sentiero verso il Bivacco Stuparich che presto esce dal bosco e passa sotto due grossi macigni, sotto il ghiaione che scende dalla Torre Genziana. Si prosegue ancora sul sentiero che sale sul margine destro del ghiaione per lasciarlo dove questo esce finalmente dagli ultimi alberi e piega decisamente ad ovest. Si attraversa verso sinistra l'intero ghiaione (ometti) prima in piano e poi in diagonale fino al suo margine alto e sinistro sotto lo zoccolo del monte. Bolli rossi e ometti conducono verso sinistra entrando nel ripido bosco (traccia) che si risale per ca. 50 m di dislivello fino a sbattere sotto le rocce della torre. Si percorre verso destra una bella cengia erbosa inclinata fino dove muore sullo zoccolo del monte (1 fix), da dove iniziano alcune corde fisse che facilitano la risalita lo zoccolo (verificarne lo stato; presenti comunque alcuni fix per ev. sicurezza). Ore 1 dal parcheggio.

zoccolo: Si risale una rampa-canale di roccia friabile e detritica fino ad un terrazzino erboso con sosta a fix (30m, II, corda fissa). Si continua per la rampa, ora rocciosa, che corre a fianco di un canale slavato (breve passo esposto) fino ad un terrazzino con sosta a fix (30 m, II, p. III, corda fissa). Ci si cala nel canale (3 m; presente cordone) e si traversa verso destra sullo zoccolo di lastre e detriti fino ad un visibile mugo (30 m, II, corda fissa). Si sale per una crestina detritica ad una cengia di erba e detriti sotto la grande parete a placche della torre (25 m, I, bollo rosso; a sinistra si va ad una sosta di discesa). Si segue verso destra la cengia, seguendo la corda fissa ancorata a fix, superando un passo del gatto in corrispondenza di un grande mugo e poi un successivo antro, poro oltre il quale si è all'attacco (2 fix) poco prima di un colatoio quasi alla fine della cengia (70 m dall'inizio della corda fissa, I). 20 min. dall'inizio dello zoccolo.

Salita:
L1:
Si supera una placchetta e quindi per terreno più appoggiato si sale al limite sinistro di un tetto; 30 m; 5a; 9 fix.
L2: Si traversa a destra per qualche metro su roccia friabile, passando sopra un mugo, fino ad un comodo terrazzino sopra il tetto; 10 m; 5a; 3fix.
L3: Si scalano direttamente solide placche (breve movimento difficile dopo 2 spit) stando sulla sinistra del colatoio centrale della parete; 30 m; 5c, p. 6a; 12 fix.
L4: Si prosegue come il tiro precedente (p. 6a all'inizio) fino ad un comodo ripiano sotto il settore più verticale della parete; 30 m; 5a, p. 6a; 9 fix.
L5: A destra della sosta si sale un breve passaggio sempre bagnato nel fondo del colatoio, traversando poi a destra sopra una lungo tetto; 20 m; 5b; 6 fix, 1 chiodo.
L6: Sulla destra si scala interamente una profonda fessura verticale molto appigliata; 25 m; 5a; 6 fix, 1 chiodo, 1 clessidra.
L7: Si prosegue per esposte placche di roccia solida ed appigliata fino sotto un settore nero e leggermente strapiombante; 25 m; 5b; 9 fix.
L8: Si supera la scura parete verticale (p. 6a quasi all'inizio) obliquando a destra su roccia con ottime prese; 20 m; 5c, p. 6a; 7 fix.
L9: In obliquo a destra si assecondano rocce articolate, transitando per una cengetta con mugo, oltre la quale si supera un muretto (p. 5b) dopo il quale per rocce facili si va a sostare a sinistra del primo mugo sullo spigolo nord della Torre; 30 m; 4b, p. 5b; 6 fix, 2 clessidre.
L10: Si supera un muretto compatto (p. 6a) e quindi rocce più facili, girando da ultimo lo spigolo sulla destra e portandosi ad un terrazzino erboso sul lato nord-ovest; 30 m; 4c, p. 6a; 9 fix.
L11: Si traversa a destra per cengetta erbosa, oltrepassando un esposto spigoletto con mugo. Si continua la traversata prima facile e poi su placca solida ed articolata (esposto) fino alla base di un diedro. 30 m; 5b; 8 fix.
L12: Si scala il diedro di roccia appigliata e levigata dall'acqua uscendone poi a destra; un breve tratto facile ma friabile porta alla sosta sulla destra. 25 m; 5a; 7 fix.
L13: Sulla sinistra si imbocca una specie di diedro-rampa di roccia rotta. Successive rocce friabili e un canalino leggermente obliquo a sinistra portano alla comoda sosta sulla sinistra dello spigolo. Tiro ripulito ma da percorrere con attenzione. 40 m; 4b; 6 fix, 1 chiodo.
L14: Si sale sul dorso dello spigolo (breve tratto non difficile ma friabile) per proseguire parallelamente a questo per una sorta di diedrino con breve passo strapiombante. 35 m; 6a; 10 fix.
L15: Si continua sempre sulla destra dello spigolo per solida placca nerastra fino a portarsi sul profilo (attenzione ad un grosso sasso instabile), dove questo perde di continuità, sotto i salti con mughi che difendono la vetta della Torre Genziana. 20 m; 6a+; 8 fix.

Discesa: avviene a corde doppie lungo la via (13 da max 30 m lungo la via e 3 per la discesa dello zoccolo; rinviare in discesa lungo alcuni tiri obliqui). Alcune doppie fuori dalla linea di salita permettono di evitare i traversi.

In particolare: dalla sosta 13 ci si cala direttamente (attenzione ai detriti) per 25 m fino ad una sosta di discesa in posizione riparata. Da questa con 25 m si giunge ad una sosta di calata spostata sulla destra (faccia a valle), da dove con 15 m si raggiunge la sosta 10.

Raggiunta la sosta 5 ci si cala direttamente in verticale (in parte nel vuoto) per 30 m esatti fino ad una sosta di sola discesa (bollo rosso), dalla quale con altra due doppie (25 m +10 m) si raggiunge la sosta 2, da dove con 30 m si è direttamente all'attacco. Da qui si ripercorre l'intera cengia con corda fissa (70 m) continuando poi fino quasi alla fine della cengia, nei pressi di un enorme camino, dove si rinviene una sosta di discesa. Con una doppia da 30 m (attenzione ai detriti) si raggiunge la sosta a fianco del canale slavato (2 fix; presente cordone per uscire dal canale e raggiungere la sosta). Da qui, sfruttando le corde fisse del percorso di avvicinamento (o ev. con due doppie da 30 m dalle soste predisposte) si è alla base dello zoccolo (fin qui 2 ore circa dalla fine della via), da dove si scende a Malga Saisera seguendo il percorso di accesso (1 ora).

GALLERIA FOTOGRAFICA

Torre Genziana
La decima alba
inizio zoccolo
Torre Genziana
La decima alba
zoccolo
Torre Genziana
La decima alba
zoccolo
Torre Genziana
La decima alba
zoccolo
Torre Genziana
La decima alba
zoccolo
Torre Genziana
La decima alba
zoccolo - passo del gatto
Torre Genziana
La decima alba
attacco
Torre Genziana
La decima alba
tiro 1 (in apertura)
Torre Genziana
La decima alba
tiro 1
Torre Genziana
La decima alba
tiro 3
Torre Genziana
La decima alba
tiro 5
Torre Genziana
La decima alba
tiro 5
Torre Genziana
La decima alba
tiro 6
Torre Genziana
La decima alba
tiro 6 (in apertura)
Torre Genziana
La decima alba
tiro 7
Torre Genziana
La decima alba
tiro 7 (in apertura)
Torre Genziana
La decima alba
tiro 8 (in apertura)
Torre Genziana
La decima alba
tiro 11
Torre Genziana
La decima alba
tiro 12
Torre Genziana
La decima alba
tiro 12
Torre Genziana
La decima alba
tiro 13
Torre Genziana
La decima alba
tiro 14
Torre Genziana
La decima alba
discesa a doppie

 

 

 

 

 

 

 

 

SITI GEMELLI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contatori visite gratuiti