informazioni acquisto
e-mail contatto
link e siti amici

 

TORRIONE SPINOTTI, m 2050

Via Davandi e Diedro (Parete SO)

Emiliano Zorzi e Umberto Iavazzo, 8 e 9 luglio 2016

220 m 6b+ (6a) S1 4h

Si stacca a sx dalla quarta sosta di Airolg. Scalata varia e molto bella che alterna tratti atletici (su fessure e diedri) ad altri tecnici su placca. Caratteristico il diedro della sesta lunghezza, con una nettissima fessura "granitica" in mezzo a due lastre levigate disposte quasi a 90°. Spittatura stile falesia.

Accesso: da poco sotto l'inizio del Sentiero attrezzato Spinotti (che collega il Rifugio Lambertenghi con il Rifugio Marinelli; si giunge a questo punto i un'ora e mezza dal parcheggio del Rifugio Tolazzi o in 15 min. dal Rifugio Lambertenghi), si imbocca a dx (qualche labile traccia all'inizio, poi qualche ometto) il grande cengione inclinato che sostiene la parete del Torrione. All'inizio lo si percorre in discesa: in un punto non conviene stare sotto la parete - breve tratto esposto su erba ripida - ma scendere per erba e un canalino più in basso. Si prosegue poi in piano costeggiando la base delle rocce per erba e poi attraversando un ghiaione (si oltrepassano gli attacchi del Viaggio di Paps e poi l'accesso alla via Zanderigo-Benet) fino alla fine del cengione dove si rinvengono 2S con cordone e maglia rapida (inizio discesa a doppie verso valle - vedi sotto).
Si salgono ora un canalino e roccette (p. 2°+) fino alla terrazza ghiaiosa soprastante dov'è l'attacco vero e proprio (1S, nome "Airolg" inciso alla base). 15-20 min. dall'inizio della grande cengia.

Salita: Per il tracciato, lunghezze e difficoltà riferirsi alla foto di dettaglio.

Discesa: dalla sosta finale si prosegue per la dorsale di erba e rocce sfasciate fino in vetta ( 120 m , II all'inizio poi I; ev. 3 lunghezze 50+30+ 35 m , 1S alle soste).

Possibile anche la discesa in doppia sulla via (vedi schizzo; necessaria corda da 80 m o due da 60).
Raggiunta la base (2S+cordino e maillon) si può continuare a scendere a doppie (soluzione comoda per raggiungere direttamente il sentiero che porta a valle, Rifugio Tolazzi), senza ripercorrere in salita la cengia d'accesso. CD1: 40 m (ev. 30+10 m) stando sulle roccette a dx di un canale ingombro di sassi; sosta (2S) dietro un angolo, sul ciglio della parete sottostante, in posizione riparata. CD2: 40 m fino ad una sosta un po' spostata a sx (2SF, bollo rosso). CD3: 30 m fino alla base delle rocce.
Scendendo il ghiaione in 0h10 si è sul sentiero 144; in altri 0h20 al parcheggio del Tolazzi.

 

GALLERIA FOTOGRAFICA

Torrione Spinotti
Davandi e diedro
tiro 1
Torrione Spinotti
Davandi e diedro
tiro 3

Torrione Spinotti
Davandi e diedro
tiri 6 e 7

Torrione Spinotti
Davandi e diedro
tiro 6
Torrione Spinotti
Davandi e diedro
tiro 9
Torrione Spinotti
Davandi e diedro
tiro 10

 

 

 

 

 

 

SITI GEMELLI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contatori visite gratuiti